Miguel Gobbo Diaz

Miguel Gobbo Diaz è un attore italiano di origini Dominicane. Nato a Santo Domingo, ha successivamente studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, la più importante scuola di cinema in Italia.

Sin da quando era molto piccolo è stato costantemente coinvolto in scene teatrali, innamorandosi così del teatro e familiarizzando con molte importanti personalità sia del mondo del palcoscenico che del cinema che hanno investito nel suo talento e lo hanno aiutato a coltivare la sua formazione artistica.

Durante i suoi anni a scuola, appare in più opere teatrali, tra cui “Il Gabbiano” di Checov e “Pene d’amor perdute” di William Shakespeare.

Subito dopo essersi diplomato alla scuola di cinema, riveste il suo primo ruolo come protagonista nel film di Claudio Fragrasso “La grande rabbia”, uscito nei cinema di tutta Italia il 28 aprile del 2016.

Subito dopo, Miguel appare in un riadattamento teatrale auto-prodotto de “Il calapranzi” di Pinter, rappresentato al Teatro Tordinona di Roma, un progetto da lui realizzato insieme ad un suo vecchio compagno di scuola.

Recentemente è apparso nel film americano “Deprivation” diretto da Brian Skiba, che uscirà negli Stati Uniti nel 2018.

Lo abbiamo visto nella serie tv “Nero a Metà”, in prima serata su Raiuno che ha avuto un grande successo di ascolti, nel un ruolo principale insieme a Claudio Amendola. Miguel, è stato il primo attore black in Italia a recitare nelle vesti di poliziotto. La serie è prodotta da Cattleya e Rai Fiction.

Tornerà in scena con Fuorigioco al teatro Piccolo Eliseo dal 31 gennaio 2019 insieme a Edoardo Purgatori.