Giuseppe Panebianco

Nasce a Castrovillari sotto il segno del cancro. Secondo di 4 fratelli, Giuseppe è il figlio di Gesualdo Panebianco, medico radiologo grande appassionato di musica, e Rossella Graziano, umanista amante di cinema e teatro.

L’ambiente familiare in cui il giovane matura contribuisce in modo determinante a fargli acquisire una forte inclinazione artistica che lo porterà ad intraprendere gli studi del sassofono Jazz & Blues all’età di 12 anni e a frequentare e cimentarsi in pièces teatrali subito dopo.

Calabrese da parte dei nonni paterni, siciliano ed emiliano da parte dei nonni materni, conosce ben presto le emozioni del palcoscenico, suo luogo naturale, dove si esibisce in diverse tournée italiane al fianco di ottimi musicisti tra i quali il fratello chitarrista Roy Panebianco ed in rappresentazioni teatrali tra Castrovillari, Napoli e Perugia.

Il suo amore per la musica lo porta a fondare, e ad oggi coordinare, insieme alla sorella giornalista Francesca Panebianco ed al direttore artistico Sergio Gimigliano il Peperoncino Jazz Festival, giunto alla sua XVI  edizione e spesso annoverato negli ultimi anni come miglior Festival Jazz italiano.

Dopo il diploma di maturità conseguito presso il Liceo Scientifico E. Mattei della cittadina calabrese, si trasferisce a Perugia dove si laurea in Scienze Motorie nel 2004. Dopo la Laurea si specializza in diverse città europee tra cui Roma e Barcellona. Lavora come International Coach nell’Academia Sànchez-Casal e gestisce diversi atleti e scuole tennis tra cui quella di Città di Castello (PG).

Rientrato in Italia nel 2014 per un periodo di riposo, durante uno dei suoi concerti viene notato per il suo volto ed il suo carisma e scritturato dal regista Francesco Presta per il suo lavoro Tango del Mare, film che riceverà grandi apprezzamenti nonché il prestigioso premio della critica al Festival La Lanterna di Genova.

Quest’occasione gli dà la spinta decisiva per intraprendere la carriera cinematografica. Si trasferisce a Roma dove si diploma all’Accademia Studio Cinema e studia con docenti del calibro di Giancarlo Giannini, Laura Morante, Sergio Rubini e Pupi Avati che lo sceglie per interpretare un ruolo nel suo film Le nozze di Laura.

Partecipa a diversi cortometraggi, alcuni di questi premiati in Festival nazionali prestigiosi (Ad Perpetuam Rei Memoriam e Recherche di Andrea Belcastro, Il sapore del cielo di Michelangelo Arizzi, Terminal 3 di Giuseppe Palermo).

Nel 2015 recita nel film Racconto Calabrese al fianco di Robert Woods di Renato Pagliuso; partecipa al docufilm Antonio Tenuta di Massimo Scaglione, al film collettivo Veloce vita del regista spagnolo David Muñoz e ad Altin in the city di Fabio Del Greco.

Nel 2016 viene scelto come coprotagonista per il film di Massimo Scaglione Figli randagi ed entra nel cast de I babysitter con Diego Abatantuono; lo stesso anno recita nelle più importanti fiction in onda sui canali RAI in prima serata come Che Dio ci aiutiUn passo dal cieloProvaci ancora Prof! e su SKY nelle serie TV 1993 di Giuseppe Gagliardi e The Young Pope di Paolo Sorrentino.

Il suo esordio in TV avviene nel 2015 in Chance, programma di Agon Channel; lo stesso anno registra la fortunata serie di Real Time Alta Infedeltà.

Continua il suo percorso in TV come protagonista dei programmi Affari Legali (Canale 8) e Parla con Lei (Sky Fox); nello stesso periodo è scelto in importanti videoclip musicali tra cui Stanotte di Ylenia Lucisano, Lettera del vampirodi Marcondiro ed i concept video Life on Mars  e Sogno nel vento.

In questi anni torna sul palco nel ruolo di presentatore di importanti eventi internazionali di moda e spettacolo quali The Look of the YearSabaudia in passerellaRome Fashion Week; partecipa a numerosi spot tra cui Nerva Boutique HotelTreccaniCinecittà World RomaNowTV  e, nel 2016, è il testimonial della Patrizia Fiandrini Haute Couture.

Nel 2015 viene premiato come Attore Rivelazione dell’anno dal Mediterraneo Festival Corto mentre il 2016 si conclude con la consegna dell’ambito Premio Vincenzo Crocitti al Miglior Attore Emergente assegnato da una prestigiosa giuria di addetti ai lavori.

Nel 2017 è il protagonista del nuovo lavoro di Francesco Presta 90 Secondi all’Inferno e dello spot Keesy.