Giorgio Caputo

Studia recitazione frequentando la scuola di Beatrice Bracco e quella di Francesca De Sapio, e partecipando ad alcuni workshop con, tra gli altri, Geraldine Baron, Sophia Coppola e Pierpaolo Sepe.

Nel 1994 partecipa ad un filmato di finzione per il programma Mixer, in onda su Rai 2. Dopo un ruolo secondario nel telefilm di otto episodi Una donna per amico (1998), diretto da Rossella Izzo, ha il suo primo ruolo da protagonista nella serie tv Una donna per amico 3 (2002).

Nel 1997 debutta nel cinema con un piccolo ruolo nel film Naja, regia di Angelo Longoni, mentre il debutto teatrale è con Cyrano de Bergerac, diretto nel 2000 da Giuseppe Patroni Griffi.

Tra gli altri suoi lavori, ricordiamo i film Dolce rumore del nulla (1999) e L’amore probabilmente (2001), entrambi diretti da Giuseppe Bertolucci, Sfiorarsi (2006), regia di Angelo Orlando, e Il nascondiglio (2007), regia di Pupi Avati.

Inoltre ha partecipato a diverse produzioni televisive, tra cui le miniserie Un posto tranquillo 2 (2005), regia di Claudio Norza, e Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu (2007), regia di Marco Turco, in cui è coprotagonista nel ruolo di Gufo.

Dal 2008 al 2010 interpreta il ruolo di Ricotta nella serie tv di Sky Cinema, Romanzo criminale, regia di Stefano Sollima. Nel maggio del 2009 torna sul grande schermo con il film più volte rimandato, intitolato Polvere, regia di Massimiliano D’Epiro e Danilo Proietti.

Nel 2015 è Slim Tully nel film Last Knights di Kazuaki Kiriya al fianco di Morgan Freeman e Clive Owen

È un membro del gruppo rock-folk l'”Orchestraccia” nota per la rivisitazione di vecchi brani della tradizione romana con l’aggiunta di loro pezzi inediti, nel 2013 hanno inciso il loro primo album dal titolo “Sona Orchestraccia sona”, oltre Caputo, sono membri del gruppo anche altri attori di cinema e televisione Edoardo Pesce, Edoardo Leo, Marco Conidi e Luca Angeletti.